Salta al contenuto principale

Scheletri giganti a Seui: Elio Mura racconta a Marcello Polastri la scoperta nel nuraghe Ardasai

Era il 1979 e il signor Elio Mura, rientrato dalla Germania nella sua Seui, in Sardegna, andò a far visita a Tizi Dariu, un eremita che viveva nell'antica torre nuragica Ardasai. Mura, con un gruppo di amici, rideva e scherzava per festeggiare quella vacanza ma, all'improvviso, un cane di taglia media portò al di fuori dell'antico nuraghe, "un osso umano. Si trattava di un femore appartenuto ad un uomo molto più alto di noi", testimonia il signor Mura.