Salta al contenuto principale

Is Culurgiones de Lanusei - Video Ricetta

Is Culurgiones: Un piatto povero, nato dalla sapiente cucina agropastorale dell’Ogliastra, diffusosi in tutta la Sardegna con molte varianti. Cosa sono i Culurgiones: Farina, semola, acqua, strutto e un pizzico di sale sono gli ingredienti da cui nasce uno dei piatti più famosi della cucina della regione sarda dell’Ogliastra: i culurgiones. Questi, chiamati anche “culurgiònis”, “culurzònes” o “culunjònis” in lingua sarda, sono una specie di ravioli a forma oblunga, lunghi dai 3 ai 5 centimetri. Il gustoso ripieno che racchiudono è fatto di patate lessate, pecorino sardo, aglio, olio extravergine d’oliva e foglie di menta. Un gusto unico per un prodotto di tradizione antica, figlio della cucina povera eagro pastorale, un tempo preparato solo in famiglia ma che ormai è divenuto un vero e proprio simbolo della cucina di tutta la Sardegna. Un tempo i culurgiones venivano preparati solo in occasioni particolari: ad Ulàssai,ad esempio, venivano cucinati in occasione della festa dei morti, il 2 novembre, mentre in altre zone erano preparati per festeggiare il carnevale o per propiziare il nuovo raccolto. A coronamento di questa grande tradizione, dal 2015 questi tipici ravioli sardi sono stati iscritti tra i prodotti di Indicazione Geografica Protetta (IGP).

La ricetta dei Culurgiones:

Ingredienti: 

  • 500 g di patate  
  • 200 g di pecorino sardo stagionato  
  • 150 g di pecorino fresco 
  • 2 spicchi d’aglio 
  • 500 g di farina 10 foglie di menta
  • 200 ml di acqua * strutto, sale q.b. 
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva

Preparazione:

1- Il primo passo è preparare la sfoglia. Anzitutto bisogna amalgamare la farina con un pizzico di sale e l’acqua, lavorando il tutto fino a raggiungere un impasto elastico e omogeneo.

2- Passiamo quindi al ripieno. Lessare le patate con acqua salata per poi sbucciarle.

3- Dopo averle schiacciate aggiungere alle patate olio d’oliva, lo strutto, il pecorino (fresco e stagionato), il sale, la menta e l’aglio.

4- Riprendere dunque l’impasto e appiattirlo creando una sfoglia sottile.

5- Con l’aiuto di apposite forme o di un semplice bicchiere ritagliare dei dischetti di pasta di 6 cm di diametro.

6- Inserire quindi al centro dei dischi un cucchiaio di ripieno prima di ripiegarli su se stessi pizzicando alternativamente i lati fino a formare una forma simile ad una spiga di grano.

7- Non resta che cuocere i Culurgiones in acqua bollente salata per pochi minuti prima di condire con sugo al pomodoro e formaggio grattugiato.